Redazionale

L’esperienza personale di un tecnico.

Da sempre una delle grandi preoccupazioni di chi utilizza il camper o la roulotte nei mesi più caldi dell’anno è quella di poter trascorrere vacanze tranquille e riposanti, anche trovandosi nelle località più calde italiane o europee.

Da qui la necessità di conoscere quali sono le caratteristiche dei due più importanti sistemi di rinfrescamento, il condizionatore e il rinfrescatore evaporativo ecologico.

Vista l’enorme proposta del mercato è fondamentale conoscere quale sistema è più indicato per i vari tipi di vacanza, quale condizionatore, se quelli a tetto o quelli incassati, e avere risposta alle domande che ci consentono di capire quale sia il miglior acquisto per la nostra personale esigenza.

Ci siamo quindi rivolti a Massimo, titolare della Caravan Camper Service di Modena, camperista da sempre, tecnico da oltre 30 anni e amante del mare, ci ha chiarito differenze pregi e difetti di entrambi.

Massimo, quale sistema di rinfrescamento è il più indicato per i diversi tipi di vacanza?

“Per prima cosa bisogna sapere che tipo di viaggio si è abituati a fare, se itinerante, quindi spesso al di fuori di campeggi o aree attrezzate, oppure se si predilige una vacanza più comoda, appoggiandosi a strutture che consentano l’allacciamento alla corrente elettrica.

Nel primo caso, la scelta è vincolata dal fatto che l’unico impianto di rinfrescamento che funziona a 12 volt, quindi sfruttando la riserva di energia fornita dalla batteria del camper, è il rinfrescatore evaporativo ecologico.

Questo sistema non è un condizionatore, quindi non va a lavorare sull’abbattimento della temperatura all’interno del nostro camper ma il principio di funzionamento si basa sull’abbattimento della temperatura percepita cioè il calore avvertito dal nostro corpo, ha come risultato una corretta evaporazione dell’umidità presente sulla pelle, fenomeno che ha come effetto l’asportazione di calore.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Il processo di raffrescamento ha inizio con l’evaporazione dell’acqua sulla superficie del filtro e con il conseguente abbassamento della temperatura. Rendendo l’umidità all’interno del camper ottimale, si ha una asportazione del calore corporeo molto maggiore grazie alla bassissima densità delle molecole immesse nell’ambiente.”

Il rinfrescatore evaporativo ecologico, quindi, NON è un condizionatore, è molto salutare ed ecologico poiché sfrutta esclusivamente l’acqua del serbatoio del camper e la batteria, e può essere utilizzato anche durante la marcia, caratteristica non di poco conto per i veicoli non dotati di climatizzatore a motore.

Questo sistema è ottimo per veicoli di dimensioni non superiori a 7 metri poiché si ha il massimo del giovamento se si viene investiti dal flusso di aria prodotta dalla ventola del rinfrescatore.

E’ un sistema adatto sia ai camper che alle roulotte?

“Non precisamente. Nei camper non presenta nessun tipo di problema, nelle roulotte, per poterlo installare è necessario predisporre un impianto con batteria e carica batteria. Quindi è fattibile anche sulle roulotte, ma più impegnativo.”

Qual è secondo te è ad oggi sul mercato il prodotto che consiglieresti o che monteresti sul tuo camper?

“La risposta è stata presto detta: assolutamente il Viesa Holiday, che da anni installo con ottima soddisfazione dei clienti, grazie anche alla grande serietà della azienda Vigia Viesa, alla disponibilità dei tecnici ed alla semplicità di funzionamento del prodotto.

Il prodotto Viesa Holiday, arrivato ormai alla terza generazione, è stato perfezionato nei minimi dettagli e garantisce un clima ottimale all’interno del camper non solo per gli esseri umani ma anche per gli amici a quattro zampe, più sensibili agli sbalzi di temperatura causati dai sistemi di condizionamento.”

Quindi, Massimo, sembrerebbe l’uovo di colombo questo sistema, perché allora il condizionatore?

“Perché non tutti soffriamo il caldo allo stesso modo, perché c’è chi ha bisogno di avere una temperatura interna più bassa rispetto ad un altro per star bene, e quando si è in vacanza si cerca sempre di stare al meglio per i pochi giorni che ci sono oggi concessi, da qui la possibilità di installare un sistema di condizionamento alimentato a 220 volt. In più, come dicevo prima, per le roulotte è sicuramente più semplice un condizionatore.”

Qui il mercato è davvero ricco di molteplici offerte, dai condizionatori a tetto di marche più o meno blasonate ai condizionatori a incasso per finire ai condizionatori a motore per la cellula , che però funzionano solo con motore avviato e quindi di minor interesse.

Puoi spiegarci quali devono essere le caratteristiche dei condizionatori per utilizzo nei campeggio e nelle aree attrezzate?

“Come prima cosa dobbiamo lottare contro la sempre minor fornitura di potenza che i campeggi, soprattutto italiani, erogano dalle colonnine, quindi bisogna trovare un buon equilibrio tra potenza assorbita e capacità di raffreddamento; inoltre è molto importante cercare un articolo con una bassa rumorosità per non creare disagio ai vicini e agli occupanti del camper durante le ore diurne e notturne.

Sarebbe inutile avere un condizionatore potentissimo ma che a causa dell’alta potenza assorbita non è supportato dalla colonnina del campeggio.

Inoltre gli ingombri e i pesi sono molto importanti: il condizionatore a tetto può essere installato in quasi tutti i camper, anche andando a creare un nuovo oblò per l’installazione, quelli incassati trovano molto spesso impedimenti per la possibilità di occupare le cassapanche e il passaggio dei tubi della canalizzazione che vanno obbligatoriamente portati nella parte alta del camper per garantire un funzionamento ottimale.

Questo sistema di raffreddamento è molto efficace e rapido, poiché sfrutta un sistema molto simile ai condizionati di casa; tuttavia, come detto, richiede un’alimentazione esterna a 220 volt.”

Non sarebbe possibile farli funzionare con un inverter?

“Hai detto bene, sarebbe, perché a causa della alta potenza assorbita per alimentare un condizionatore sarebbe necessario di un inverter piuttosto grande, il che andrebbe  a gravare sull’autonomia delle batterie che si troverebbero a essere “prosciugate” in poche ore.

Tenete conto che un condizionatore utilizza 54 Ah, quindi se abbiamo installato una classica batteria da 100 Ah la sua vita sarebbe molto breve.”

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Ci hanno detto che tu soffri molto il caldo e immaginiamo che sul tuo camper tu abbia installato uno di questi ultimi sistemi, ci puoi dire quale?

“In effetti soffro davvero tantissimo il caldo, sul mio camper ho montato ormai 6 anni fa il sistema di condizionamento a tetto della TRUMA Aventa 1700 che mi ha piacevolmente sorpreso per prestazioni, bassissima rumorosità e affidabilità.

Da tecnico Truma da ormai trent’anni ho capito da subito che sarebbe stato un articolo affidabile ma non pensavo di potermi trovare così tanto bene da consigliarlo ormai a tutti i miei clienti.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Il condizionatore Truma Aventa 1700 ha una bassa potenza assorbita, meno di 650 watt, potenza garantita in tutti i campeggi, ottima potenza di raffreddamento 1700 watt, e bassissima rumorosità grazie alla funzione notturna che ne limita le ventole e il compressore.

Questo sistema vanta tra le altre cose una garanzia di ben 5 anni se installato dai Truma Partner, di cui la Caravan Camper Service di Modena è rappresentante da molti anni.

Inoltre, cosa non di poco conto, ha una facile installazione, che garantisce al cliente un costo di installazione limitato, e pochissima manutenzione, che il cliente può fare comodamente da solo andando a pulire periodicamente i filtri della ventilazione.

Inoltre sul mio camper posso comandare il condizionatore con la App dal mio telefonino avendolo collegato al sistema Inet sviluppato da TRUMA.”

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

In sintesi, se vogliamo avere fresco in camper senza alimentazione 220 volt siamo obbligati a scegliere il sistema evaporativo ecologico mentre se siamo amanti dei campeggi e delle area di sosta attrezzate, e quindi abbiamo la possibilità di allacciarci alla corrente elettrica, e amiamo temperature più fresche o abbiamo la roulotte, la scelta ricadrà su un condizionatore a tetto.

Buona estate a tutti!

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

CARAVAN CAMPER SERVICE snc

Via Dalton, 20 – 41122 Modena (MO)

Tel. +39 059 330780/+39 059 828919 Fax. +39 059 823389

E-mail: info@carcamper.it

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Articoli in evidenza
Basilicata
Campania
Campeggi & c.
Camper
Camper, roulotte e tenda
Centro
Città
Dicembre 2018
Emilia-Romagna
Emilia-Romagna
Eventi e Raduni
Isole
Lago
Lazio
Lombardia
Marche
Mare
Montagna
News
Nord
Notizie di cronaca
Novembre 2018
Piemonte
Pleinair lifestyle
Pleinair tech
Puglia
Puglia
Salone del Camper 2017, Parma
Sardegna
Sardegna
Sicilia
Speciale Carnevale 2018
Speciale Pasqua 2018
Speciale Turismo & Outdoor Parma 2018
Spunti di viaggio
Sud
Tenda e c.
Toscana
Trentino-Alto Adige
Umbria
Veneto
Veneto

Categorie

Archivi