immagine iscrizione newsletter

Un weekend in Val Camonica alla scoperta di alcuni dei siti che formano una delle più ampie collezioni di incisioni rupestri del mondo, riconosciute patrimonio Unesco nel 1979.

Tra le mie frequenti uscite con il Camper non posso fare a meno di menzionare quella fatta in Val Camonica durante il mese di Febbraio di quest’anno.

E’ sabato mattina e siamo a Capo di Ponte, nell’ area camper attrezzata Concarena, un area veramente da consigliare per diversi motivi: il primo è che si trova immersa in un parco con laghetto artificiale ottimo per pescare (durante la stagione primaverile ed estiva), il secondo perché ci sono bellissimi cavalli che pascolano indisturbati per il parco e il terzo motivo è perché è fornita di servizi igienici sempre disponibili e puliti e accanto c’è un bar aperto tutto il giorno.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Partendo dall’ area camper, facendo una bella passeggiata a piedi, si possono andare a visitare le incisioni rupestri di Seradina che distano circa 1 km e che fanno parte del Parco Archeologico Comunale di Seradina-Bedolina.

Molto suggestive le incisioni che raffigurano cervi con corna “solari” accompagnate da scene di aratura e di combattimenti. Il parco è curato da un custode e la permanenza per visitarlo è di circa un’ora e mezza.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Sempre nei pressi del parco, nel centro del paese di Capo di Ponte si può visitare il Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica, molto interessante per la quantità di reperti visionabili.

Usciti dal museo, io che sono sempre alla ricerca di cibo, ho trovato una interessante vendita all’ ingrosso di prodotti tipici della Valcamonica che si trova a inizio paese.

Il giorno dopo siamo andati a visitare il Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri di Naquane.  Dista circa 3 Km dall’ area camper e quindi abbiamo deciso di spostarci con il camper per poi rincasare più agevolmente nel pomeriggio.

Il parco si trova nella frazione Naquane. Abbiamo parcheggiato il camper nei pressi del cimitero e con una passeggiata di 15 minuti in mezzo al bosco siamo arrivati all’ingresso del parco.

Essendo la prima domenica del mese l’ingresso al parco è gratuito e alla biglietteria d’ingresso ci viene consegnata una mappa per girare il parco.

Il percorso è formato da vari anelli con passerelle in legno da dove si possono osservare le incisioni rupestri.

Il periodo ideale per visitarlo è l’inverno e l’autunno per via della luce solare che mette in rilievo (in maniera strabiliante) le incisioni.

Durante la passeggiata si possono incontrare le guide che ti accompagnano a visitare il parco spiegando le incisioni più importanti e le loro particolarità. Per visitare tutto si impiegano due o tre ore di media.

Nel pomeriggio siamo rientrati a casa in Brianza.

Una gita un po’ diversa dal solito, alla portata di tutti, percorsi non particolarmente impegnativa, ideale per famiglie con bambini e da fare anche con gli animali.

Info utili e link pubblicitari

Per la sosta in camper: Area di sosta attrezzata Concarena

Per maggiori informazioni sulle scritture rupestri in Val Camonica

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!