Una delle paure più grandi per un camperista o un caravinsta è quella di ritrovare delle formiche in camper e caravan, problema a cui spesso si può incorrere parcheggiando inavvertitamente vicino ad un formicaio, magari dopo una sosta in mezzo alla natura. Vediamo quali metodi possiamo utilizzare per liberarci da questi insetti.

A me è successo; l’invasione delle formiche è uno dei ricordi meno piacevoli che ho della vita in camper. Eravamo parcheggiati in un campeggio in riva alla spiaggia a Vieste dove vedevamo strani simboli per terra che potevano ricordare le linee di Nazca ma a forma di rettangoli di varie misure. Non demmo particolare peso a quegli strani simboli che imparammo poi essere portatori di avvenimenti infausti e proseguimmo le nostre vacanze ignari che si trattasse di polverina anti formiche.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Lo ammetto, la cosa è stata un po’ stupida da parte nostra, e le strisce bianche a terra stile campo da calcio dovevano farci accendere subito una lampadina, ma tant’è…

Non so se potete avere idea di quanto possa essere “gradevole” venire svegliati durante la pennichella da decine di zampine solleticanti che cercano di scalare il vostro corpo alla spasmodica ricerca di cibo… Se ad un primo tentativo, ancora rimbambiti dal sonno, si prova a scacciare quella che si pensa sia la solita fastidiosissima mosca o zanzara di turno, aprendo gli occhi si scopre di essere vittime di una invasione Barbarica di migliaia di insetti capace di lasciarvi sgomenti. Centinaia se non migliaia di formiche ovunque. Questo era lo spettacolo apocalittico a cui stavamo assistendo.

Comprammo anche noi la magica polverina mettendola attorno alle ruote e a quant’altro potesse aiutarle a salire cercando di limitare i danni e abbiamo proseguito la nostra vacanza facendo i cacciatori di formiche e riponendo i cibi all’interno di confezione a chiusura ermetica. Solo dopo diverso tempo siamo riusciti a liberarci totalmente di loro, una volta giunti a casa e parcheggiato il camper, credo che le formiche pugliesi superstiti siano scese volontariamente dal mezzo e si siano accoppiate con quelle bolognesi sviluppando una nuova specie di formiche ancora più agguerrite ma che fortunatamente ha deciso di colonizzare il terreno e non più le pareti del nostro camper.

Per evitare che le formiche entrino nel vostro camper o nella vostra roulotte potete quindi ricorrere alla polvere insetticida cercando di formare una barriera attorno ad esso. Circondate quindi le ruote e quant’altro poggi a terra e possa essere risalito da loro conducendo al mezzo (piedini stabilizzatori e piedini della veranda ad esempio) fate anche molta attenzione a non dimenticare ad esempio una scopa a terra che poggi sulla parete e controllate che le fronde degli alberi non tocchino il tetto del camper o della roulotte o una finestra aperta. FATE ATTENZIONE CHE I BAMBINI E I VOSTRI AMICI A QUATTRO ZAMPE NON CALPESTINO LA POLVERE CHE E’ ALTAMENTE NOCIVA.

C’è chi a posto della polvere insetticida utilizza il talco che dicono sia altrettanto funzionale per tenerle lontane.

Come fare per liberarsi di loro se siete stati invasi?

In maniera naturale…

Eliminate tutto il cibo presente sul camper, soprattutto quello a base zuccherino, le formiche vanno matte per i dolci. Nebulizzate con uno spruzzino un composto fatto da bicarbonato, aceto, limone e foglie di menta (o olio essenziale), l’odore rilasciato risulta a loro sgradevole. Altro odore che non gradiscono è quello della cannella e quello del caffè e si può tentare lasciando in giro alcuni bicchieri con all’interno i fondi.

A mali estremi…

Personalmente trovo che Il metodo meno invasivo e pericoloso per l’essere umano e i compagni a quattro zampe sia l’uso delle esche. Si tratta di scatoline nelle quali sono praticate varie aperture che vanno posizionate lungo il tragitto che compiono le formiche. Vanno lasciate a lungo e per una risoluzione totale ci vorrà diverso tempo.

Nel caso il problema persista non rimane altro da fare che ricorrere a mezzi chimici ancora più potenti. Esistono vari tipi di insetticidi in commercio, dagli spray ai gel e alle schiume. I contro sono l’odore rilasciato, la loro tossicità e il fatto che alcuni di essi possano essere infiammabili. Ma in caso di disperazione e dopo averle tentate tutte a mio avviso questo è il passo da compiere. Svuotate tutto il camper dagli alimenti e da tutto quanto è tessuto e che si potrebbe quindi impregnare dell’insetticida. Chiudete qualsiasi finestra e buco e spruzzate abbondantemente come se non ci fosse un domani e scappate… lasciate sigillato per un paio di giorni e poi arieggiate il camper o la roulotte spalancando le finestre e lasciandole aperte anche per diversi giorni.

Un saluto con l’augurio che queste cose scritte non debbano mai servirvi 😉

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Articoli in evidenza
Basilicata
Campania
Campeggi & c.
Camper
Camper, roulotte e tenda
Centro
Città
Di tutto un pò
Dicembre 2018
Emilia-Romagna
Emilia-Romagna
Eventi e Raduni
Isole
Lago
Lazio
Lombardia
Marche
Mare
Montagna
News
Nord
Notizie di cronaca
Novembre 2018
Piemonte
Pleinair lifestyle
Pleinair tech
Puglia
Puglia
Salone del Camper 2017, Parma
Sardegna
Sardegna
Sicilia
Speciale Carnevale 2018
Speciale Pasqua 2018
Speciale Turismo & Outdoor Parma 2018
Spunti di viaggio
Sud
Tenda e c.
Toscana
Trentino-Alto Adige
Umbria
Veneto
Veneto

Categorie

Archivi