Quali farmaci portare e come conservarli quando si viaggia in camper: la mia “ricetta” personale

La rete è piena di articoli che consigliano quali farmaci portare in camper, caravan e tenda. Liste più o meno lunghe, con più o meno prodotti.

Non essendo io medico, non posso deodontologicamente (parolone per dire in parole semplici che non è giusto farlo) consigliarvi quali farmaci portare con voi. Posso però dirvi cosa, in linea di massima, porto io ma soprattutto come li conservo, soprattutto in estate.

Quali farmaci porto con me in camper

Confesso che io tendo a portare con me praticamente una farmacia intera. Non per fobia o ansia, come potrebbe sembrare a prima vista, ma per “scaramanzia”: nel corso degli anni, sin dai primi viaggi da ventenne (no, non ve lo dico quanto tempo è passato!), mi sono resa conto che meno farmaci portavo con me più mi trovavo nella situazione di averne necessità e di doverli acquistare in loco.

Ho ancora il ricordo di un episodio di cistite in Grecia, in un posto sperduto, con il mio moroso di allora che dovette andare in farmacia e farsi capire. Ancora non mi capacito di come riuscì a farsi dare il farmaco giusto (di cui sapevamo solo il nome ma non il principio attivo, e che, ovviamente, in Grecia aveva un altro nome).

Da qui ho iniziato a portarmi più farmaci, in nome del “non si sa mai” e del “metti che”.

Ma torniamo a noi. Antipiretico, antidolorifico, antispastico e kit di primo soccorso: questo è il mio corredo minimo, minimissimo. Ora anche in versione “pediatrica”. Se avete dubbi su cosa portare con voi, vi consiglio di rivolgervi al vostro medico e al vostro farmacista di fiducia e non alla rete.

Come conservare i farmaci in camper

In estate fa caldo. Sai la novità, direte voi. Certo, nulla di nuovo all’orizzonte, ma in camper, soprattutto se lasciato al sole, non fa caldo, fa caldissimo.

Come preservare i farmaci che abbiamo portato in camper? Innanzitutto chiedendo al farmacista quali farmaci della nostra personalissima lista possono essere conservati in frigorifero. E lì finiscono i farmaci che possono stare in frigo.

Per gli altri, il mio “metodo” personalissimo è quello di utilizzare una piccola borsa termica (o grande, dipende dai punti di vista). Finché ci sono certe temperature basta quella. Quando si superano certe temperature, soprattutto se lasciamo il camper al sole, inserisco nella borsa termica uno o due “mattonelle” di gel da congelatore, quelle che si usano per i bambini quando cadono e hanno bisogno di ghiaccio, tanto per capirsi. Tenute in freezer, si intende. Posiziono poi la borsa nel punto più fresco del camper, più “in ombra”. In questo modo la temperatura interna alla borsa termica resta nei limiti consentiti senza arrivare al freddo del frigorifero.

Questa è la mia personalissima soluzione, che ho voluto condividere con voi. Incrociando le dita e sperando di portare a casa tutti i farmaci intonsi 😉

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Articoli in evidenza
Basilicata
Campania
Campeggi & c.
Camper
Centro
Città
Emilia-Romagna
Emilia-Romagna
Eventi
Isole
Lago
Lazio
Lombardia
Marche
Mare
Montagna
News
Nord
Notizie di cronaca
Piemonte
Pleinair lifestyle
Pleinair tech
Puglia
Puglia
Salone del Camper 2017, Parma
Sardegna
Sardegna
Sicilia
Speciale Carnevale 2018
Speciale Pasqua 2018
Speciale Turismo & Outdoor Parma 2018
Spunti di viaggio
Sud
Toscana
Trentino-Alto Adige
Veneto
Veneto

Categorie

Archivi