Guida per camperisti principianti i doveri durante la sosta libera - Copertina

Grigliate tra amici, panorami mozzafiato da godere con un buon bicchiere di vino in mano, cene all’aria aperta, conoscenza di nuove persone e centinaia di nuovi posti da vedere; questo è quello che ci si aspetta da una vacanza in camper. Ma quali sono i doveri durante la sosta libera a cui ogni camperista non può esimersi?

Per chi si reca a soggiornare in un’area di sosta o in un campeggio e predilige quindi la vita da stanziale, la vita da camperista risulta sicuramente più semplice avendo tutti i servizi di una struttura organizzata a sua disposizione. L’unica sua preoccupazione sarà quella di sistemare il camper in piazzola attrezzandola a suo piacimento per godersi il suo meritato periodo di vacanza. La cosa si complica invece per chi si appresta a voler fare una vacanza totalmente itinerante cercando di appoggiarsi il meno possibile ad aree di sosta o campeggi; in questo caso dovremo infatti far fronte ad alcuni doveri durante la sosta libera che devono essere svolti obbligatoriamente, vediamo quali:

I doveri durante la sosta libera

La sosta

Per chi si appresta a voler provare un viaggio itinerante uno dei principali doveri durante la sosta libera è quello di riuscire a trovare un posto dove poter sostare per la notte. Soprattutto nei luoghi di villeggiatura più rinomati e durante l’alta stagione la cosa potrebbe diventare difficoltosa e in questi casi la pianificazione diventa quasi d’obbligo. Date uno sguardo alla zona dove vorreste andare e cercate varie soluzioni di sosta che potrebbero fare al caso vostro così da non farvi cogliere impreparati ed evitate di arrivare la sera tardi. Questo vi eviterà con ogni probabilità di girare a vuoto per ore alla ricerca di un parcheggio dove sostare. Tenete conto di queste cose: una volta giunti sul posto potreste rendervi conto che forse la zona scelta non è di vostro gradimento o che si trova vicino a locali notturni che potrebbero disturbare il vostro riposo oppure potrebbero rivelarsi talmente appartati tanto da non ci farvi sentire sicuri (consigli per soste sicure), avere quindi più scelte a disposizione vi faciliterà la cosa.

Per quanto riguarda le norme riguardanti la sosta dei camper in strada potrete trovare tutte le risposte alle vostre domande nel nostro articolo Sicuri in camper: Sostare in camper in strada.

Camper service

Un altro dei doveri durante la sosta libera è quello di cercare un posto dove fare il camper service ovvero il carico e lo scarico di acque bianche, grigie e nere. Oltre ai camper service comunali (alcuni possono essere gratuiti mentre altri a pagamento soprattutto per quanto riguarda il carico dell’acqua) potrete usufruire anche di quelli presenti all’interno delle strutture come campeggi, aree di sosta o agricampeggi. Il servizio di camper service in strutture ricettive per gli esterni è sempre a pagamento e il costo si aggira generalmente attorno ai 5 euro.

L’autonomia di un camper dipende molto dall’utilizzo che si fa delle utenze ma bisogna calcolare che per una famiglia di 4 persone sarà necessario cercare un camper service praticamente ogni giorno, al massimo 2 nel caso riusciate a risparmiare più acqua possibile. Se si viaggia in coppia l’autonomia può salire tranquillamente a 3/4 giorni.

A parte il consumo di acqua, uno dei problemi principali nel caso non siate in possesso di un camper con serbatoio nautico rimane quello delle acque nere e del conseguente scarico della cassetta, che diciamocelo, si riempie piuttosto in fretta. Considerate per questo l’acquisto di una cassetta aggiuntiva perché non sempre si riesce a trovare un camper service nell’immediato.

Guida per camperisti principianti - I doveri durante la sosta libera - Camper service

Approvvigionamento di cibo

Considerando le dimensioni contenute dei frigoriferi dei camper, soprattutto quelli con qualche anno alle spalle, con ogni probabilità bisognerà pensare all’acquisto di cibi freschi come frutta, verdura, carne o formaggi all’incirca ogni 3 giorni. In questo caso la nostra cucina ci viene comunque incontro, una buona autonomia ci è data dalla pasta e da eventuali sughetti pronti, e se saranno fatti in casa saranno sicuramente ancora più buoni. Nel caso ne abbiate la possibilità acquistate in piccoli negozi o direttamente dai produttori e informate loro che siete camperisti, la categoria ne trarrà vantaggio sfatando il mito che “il camperista” si porta tutto da casa ed è una tipologia di turista che non spende soldi.

Il bucato

Fare il bucato in camper è estremamente scomodo per via delle dimensioni minute dei lavandini e l’impossibilità di poter stendere i vestiti ad asciugare. Una delle soluzioni migliori, alternative alla sosta in campeggi o aree per utilizzare le lavatrici a pagamento è quello di utilizzare le lavanderie a gettone, negozi che stanno prendendo sempre più piede praticamente ovunque. Oltre a poter lavare grossi quantitativi di bucato (fino a 15 Kg) potrete anche asciugare il tutto nel giro di un’ora e a cifre che si aggirano solitamente attorno ai 10 euro (dipende dal quantitativo di bucato).

E ora non vi resta che organizzare le vostre vacanze e partire 😉

Info utili e link pubblicitari

Vuoi sapere dove sono parcheggi, aree o camper service?

Consulta il Portale di Genius Camping

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia il tuo 'Like' cliccando sul pulsante!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Filter by Categories
Articoli in evidenza
Basilicata
Campania
Campeggi & c.
Camper
Camper, roulotte e tenda
Centro
Città
Di tutto un pò
Dicembre 2018
Emilia-Romagna
Emilia-Romagna
Eventi e Raduni
In vacanza con gli amici a 4 zampe
Isole
Lago
Lazio
Lombardia
Marche
Mare
Montagna
News
Nord
Notizie di cronaca
Novembre 2018
Piemonte
Pleinair lifestyle
Pleinair tech
Puglia
Puglia
Salone del Camper 2017, Parma
Sardegna
Sardegna
Sicilia
Speciale Carnevale 2018
Speciale Pasqua 2018
Speciale Turismo & Outdoor Parma 2018
Spunti di viaggio
Sud
Tenda e c.
Toscana
Trentino-Alto Adige
Umbria
Veneto
Veneto

Categorie

Archivi